Restauro e Riconversione

Il restauro del Chiostro cinquecentesco della Chiesa di Santa Caterina a Formiello è stato il punto di partenza del progetto di riconversione Made in Cloister.

Il Chiostro piccolo, in particolare, negli anni era stato frazionato in diverse proprietà che utilizzavano gli spazi per attività disparate (garage, falegnameria, deposito …); tutte le arcate del porticato erano state chiuse, alcune colonne in piperno abbattute, per consentire le manovre ai camion, e gli affreschi che decoravano le pareti interamente coperti. Nell’atrio principale, era stata costruita una palazzina di due piani destinata ad uffici.

Da questa condizione di degrado è partito il progetto di restauro, teso a trasformare il Chiostro in un centro espositivo e performativo aperto alla città.

Il progetto architettonico realizzato dallo studio Keller Architettura ha voluto donare un’omogeneità attraverso il ripristino delle antiche spazialità: dapprima liberando le arcate cinquecentesche del porticato dalla muratura e successivamente riportando il suolo alla quota originaria e ripristinando la spazialità dell’atrio, abbattendo la palazzina.

Anche la lanterna lignea borbonica, raro esempio di archeologia industriale ottocentesca, è stata restaurata, riportando alla luce il legno di castagno ricoperto da strati di vernice e trasformandola nel cuore pulsante e simbolo del progetto; questa diventerà il centro della copertura in etfe, finanziata con il crowdfunding su Kickstarter nel 2013. Infine, grazie ad un accordo con l’Accademia di Belle Arti di Napoli, dal gennaio del 2015, gli studenti della classe di restauro si stanno occupando del ripristino della superficie pittorica delle lunette affrescate poste sotto il porticato.

E’ possibile seguire l’avanzamento dei lavori di restauro grazie al #Diariodibordo sulla pagina ufficiale di Made in Cloister su Facebook.

Per sostenere l’iniziativa di restauro scrivere a info@madeincloister.it