Porta Capuana

L’area di Porta Capuana per la sua posizione nell’impianto urbanistico della città, per la ricchezza di storia e del patrimonio artistico e culturale, nonchè per il ruolo di porta d’accesso alla città, si caratterizza come una delle aree di Napoli dalle maggiori potenzialità di sviluppo.

Ad oggi, tuttavia, quest’area subisce un distacco immaginario dal resto del centro storico e la comunità lamenta degrado e abbandono istituzionale.

Made in Cloister, attraverso il programma culturale ed il progetto di rigenerazione urbana, ambisce alla valorizzazione dell’area e a migliorare la qualità di vita dei suoi abitanti.

 

“………………non sta bene trovare Saint Giles così ripugnante e Porta Capuana così attraente. Un paio di gambe nude e un lacero fazzoletto rosso fanno “tutta”  la differenza tra ciò che è interessante e ciò che è disgustoso?

Pur continuando sempre a poetare e a dipingere, se volete, le bellezze di quest’angolo, il più bello ed amabile della terra, cerchiamo, come nostro compito, di associare un “nuovo pittoresco” ad un qualche timido segno di riconoscimento del destino e della capacità dell’uomo;  più promettenti, io credo, tra i ghiacci e le nevi del Polo Nord, che nel sole e nello splendore di Napoli…”

Charles Dickens 1844.